BAUBAU.EU Da La stampa:sì taglio coda e orecchie cani gatti
Benvenuto su BAUBAU.EU
Login/Create an account |
HomeTopicsYour AccountSubmit News  


home.gif Home

community.gif CommunityShow/Hide content
arrow.gif Forum
arrow.gif Regolamento
· ForumAppelli
utenti.gif UtentiShow/Hide content
arrow.gif Profilo Utente
contenuti.gif Notizie utiliShow/Hide content
arrow.gif Condominio
arrow.gif Vacanza
arrow.gif PetTherapy
arrow.gif Salute
arrow.gif Bravo Padrone
arrow.gif Normativa
arrow.gif Moduli denunce
arrow.gif Psicologia
arrow.gif Gatti
info.gif InfoShow/Hide content
arrow.gif Passaparola
arrow.gif Statistiche
arrow.gif Linkaci
showpic1.gif Links Amici
showpic7.gif Banner & LinkShow/Hide content
arrow.gif Banners
arrow.gif Altri Links
showpic3.gif AlimentazioneShow/Hide content
arrow.gif Gatto
arrow.gif Cane
showpic5.gif SvagoShow/Hide content
arrow.gif Gif Animate
arrow.gif Sfondi
arrow.gif Video
arrow.gif Pps
web.gif RecensioniShow/Hide content
arrow.gif Schede Animali
news.gif Ringraziamenti



è anche su





Rubrica di
psicologia canina





Memo

BauBau




 




Verifica la provenienza del microchip

Entra nel Forum Appelli  »  Petizioni e Iniziative pro animali  »  Da La stampa:sì taglio coda e orecchie cani gatti
     
   Da La stampa:sì taglio coda e orecchie cani gatti
 Moderato da:   »  BauBau  -  scick  -  loverdog

Inizio discussione    ( Nessuna risposta )
  Inserito 23-09-2010 alle ore 15:08    ::pagina stampabile::       Email   user home Home   CitazioneCitazione  
 OFF-Line _KARMAGOOD maya
 
Registrato dal: 08-01-2008
Da: Roma
Post : 1093
Points: 0
TAGLIARE CODA E ORECCHIE AI CANI.
IL SENATO ABOLISCE IL DIVIETO
La legge approvata prevede pene pesanti, fino al carcere, per i trafficanti di cuccioli


E' possibile tagliare la coda e le orecchie di cani e gatti per ragioni estetiche o necessità venatorie? La domanda, e la relativa risposta, attanaglia il Governo, che tre giorni fa ha approvato al Senato la legge che recepisce un trattato europeo sul benessere animale e prevede pene pesanti, fino al carcere, per i trafficanti di cuccioli. Con un'amputazione però. E' infatti stata cancellata tutta quella parte che riguardava la pena per coloro che sottopongono «un animale al taglio o all’amputazione della coda o delle orecchie, alla recisione delle corde vocali, all’asportazione delle unghie o dei denti ovvero ad altri interventi chirurgici destinati a modificare l’aspetto o finalizzati a scopi non terapeutici». Presente nel testo già approvato lo scorso anno dalla Camera, la norma è stata abolita nell'altro ramo del Parlamento e ora torna al vaglio di Montecitorio.

La ratifica della Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia, firmata a Strasburgo il 13 novembre del 1987, è stato approvato da tutti i gruppi parlamentari che hanno sottolineato le norme che colpiscono il traffico illecito dei cuccioli provenienti dai Paesi dell’Est. La modifica dell’ articolo 3 comporta la sostituzione del testo della Camera con una formulazione più breve dove vengono aumentate le pene per maltrattamenti «dai tre mesi a diciotto mesi» previste dal codice penale (art 544-bis) a «da quattro mesi a due anni». Aumento di pena anche per l’art 544-ter dove dai «tre mesi a un anno» si passa ai «quattro mesi fino a 18 mesi» con una multa che passa dai 3.000-15.000 euro previsti ai 5.000-30.000 euro.

«Registro una unanimità dei due rami del Parlamento sulla battaglia da me iniziata, e condivisa con il ministro degli Esteri, Franco Frattini, contro il gravissimo traffico di cuccioli di razza in condizioni di maltrattamento e incuria dai paesi dell’est verso l’Italia», ha detto il sottosegretario alla Salute, Francesca Martini. E sulle novità apportate al testo: «Prendo atto che al Senato sono state apportate delle modifiche. Non posso esprimermi favorevolmente sulla loro globalità - ha detto Martini - ma valuto senza dubbio con soddisfazione il fatto che finalmente anche il Senato si sia espresso permettendo la prosecuzione dell’iter del provvedimento fino all’approvazione definitiva che auspico sarà in tempi brevissimi».

La priorità era l'adozione di uno strumento di contrasto al mercato illecito di cuccioli provenienti dall'Est europeo che frutta circa 300 milioni di euro l'anno. Il 40% dei cuccioli muore durante il viaggio. Ma la rinunci al divieto fa arrabbiare anche lo stesso inistro del Turismo e ambientalista Vittorio Brambilla: «mi auguro che la Camera voglia rimediare a questo errore. Comunque la legge è un passo importante verso una nuova culturadi tutela e rispetto degli animali».

Per il ministro degli Esteri, Franco Frattini «l’introduzione nel nostro ordinamento di specifiche norme per la difesa degli animali domestici e per la lotta al traffico illecito di cani e gatti è nelle attese di tante famiglie italiane giustamente ansiose, dopo 23 anni dalla firma dell’Accordo internazionale, che vengano finalmente compiute azioni concrete per stroncare il criminale traffico di cuccioli». Plauso da parte delle associazioni: «Il traffico illecito di animali da compagnia in Italia sta diventando finalmente un reato», ha detto il presidente della Lega Antivivisezione, Gianluca Felicetti. «Si tratta - ha spiegato Felicetti - di uno strumento decisivo per stroncare un mercato illegale che ha per vittime inermi animali da compagnia in tenera età, ancora non adeguatamente punito a causa delle carenze normative».
(dal sito de La Stampa)



On Top

Cerca nei Forum
 
Vai al forum

Splatt Forum© 2003-2004-2005 By: Splatt.it 
Version: 4.4.1
Splatt Forum
Elaboration time: 0.480487 seconds.

In applicazione della legge n. 62 del 07.03.2001, si precisa che il presente sito viene aggiornato ad intervalli irregolari.


BauBau.eu è un Sito che non si occupa solo di cani, ma di tutto il mondo animale. Cerchiamo di liberare dalle gabbie i cani ospiti dei canili. E' puramente informativo e amatoriale. Tutti i contenuti sono frutto della continua ricerca in rete di informazioni e notizie utili da parte dell'Amministrazione.
BauBau.eu non è legato ad associazioni animaliste. Il suo scopo è solo la visualizzazione degli appelli dei cani rinchiusi in canile. L'Amministrazione si dissocia da qualunque commento che non riguarda gli appelli dei cani e ne declina ogni responsabilità all'autore.
Tutte le immagini e i contenuti sono di proprietà di BauBau.eu: la loro diffusione è consentita solo nei termini di sponsorizzazione degli appelli.



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.50 Secondi